Eligio Rubeis presenta il programma di governo, dubbi tra opposizione

GUIDONIA MONTECELIO – Il primo consiglio comunale della presidenza di Aldo Cerroni, avvenuto il 23 aprile, ha avuto come oggetto i punti programmatici di mandato del sindaco e dell’amministrazione, ma durante il corso del dibattito preliminare c’è stato un proficuo dialogo tra entrambe le parti, riguardo la possibilità che il comune si costituisca parte civile in caso di processo contro i dirigenti dell’ente.

In tal modo l’amministrazione potrà vantare una pretesa di risarcimento, ove venga riconosciuto un danno. Sia i consiglieri del Partito Democratico che i colleghi del Movimento 5 Stelle hanno dimostrato piena solidarietà con la decisione del sindaco, auspicandosi, come ha dichiarato il capogruppo dei Cinquestelle Sebastiano Cubeddu, che tale richiesta venga già presentata all’udienza preliminare, per assicurarsi che non scada il termine per la sua decadenza.

Dopo l’apertura del primo punto all’ordine del giorno, dunque, il sindaco Eligio Rubeis ha illustrato gli obbiettivi che intende perseguire il suo programma di governo: migliorare lo stile di vita dei residenti, creare nuovi posti di lavoro attraverso un nuovo piano d’investimenti, valorizzare le infrastrutture all’interno del triangolo viario costituito dal Grande Raccordo Anulare, A1 e A24, ampliare la sfera d’intervento del Centro Agro-alimentare, realizzare distretti industriali tematici, sostituire l’attività estrattiva con un filone di sviluppo più sostenibile, creare un parco termale di 60/70 ettari, ultimazione di allacci fognari e depuratori, completare le strutture pubbliche, creare una nuova mobilità con la nuova ferrovia, completare l’intervento di decoro urbano nei quartieri di nuova formazione.

Rubeis intende così concedere 30 ettari al C.A.R, dando spazio al suo interno anche al mercato ittico e ortofrutticolo di tutta Europa e rendendolo il primo centro d’eccellenza del Mediterraneo, realizzare un parco fluviale sull’Aniene, rendendolo praticabile per canoe e insediandovi un orto sociale. Ritorna inoltre il sogno del Parco dell’Inviolata, poiché l’amministrazione ha intenzione di chiedere un mutuo per comperarlo per poi farvi intervenire comuni e imprese  per restauralo e renderlo il più grande parco al di fuori da Roma. «Sarà questo uno dei miei primi obbiettivi – ha dichiarato il sindaco – e sarò in prima linea per difendere un diritto sancito dalla Regione Lazio, affinché questo spazio diventi nostro e di tutti».

Il sindaco ha poi introdotto tre nuovi progetti innovativi: il parco termale, di 15 ettari di ampiezza, la città universitaria, che prevede il riutilizzo di alcune palazzine all’interno dell’aeroporto militare “Alfredo Barbieri” di Guidonia, dandole in gestione alla Finmeccanica e alla Scuola Aeronautica e Aerospaziale e costruendo una città dello studente, e  una piastra di primo soccorso, nata dalla rimodulazione della struttura sanitaria della Asl Rmg, che faccia sì che il comune di Guidonia possa soddisfare il bisogno di cure del suo grande bacino di utenza.

Il successivo intervento di Sebastiano Cubeddu, tuttavia, ha chiesto all’aula di rinviare la discussione sui punti programmatici, poiché esistono dei progetti da integrarvi e questioni da rivedere. «Sono temi importanti per la città, quindi non vorremmo perdere l’occasione di affrontarli, revisionarli, e dire la nostra opinione in merito» ha dichiarato il capogruppo del M5S.

La discussione viene quindi sospesa, con il voto unanime dell’assise, in vista di tenere un confronto più approfondito sui temi principali della proposta nel prossimo consiglio comunale. I punti programmatici analizzati dal sindaco denotano una grande voglia di costruire, arredare, decorare, tuttavia incontrano ancora lo scetticismo delle opposizioni, che non riescono a capire se egli abbia individuato delle priorità che possano davvero mettere fine alle criticità del territorio

Giorgia Golia

(472)

happy wheels 2 demo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.