5.7 C
Guidonia
martedì, Novembre 29, 2022
More

    Palombara, In Piazza Per L’Ospedale. Il Presidio Fino Alle 23: Andremo Avanti Per Richiamare L’Atte

    Palombara Sabina, 3 ottobre. Il piazzale antistante quello che fu lospedale di Palombara Sabina pieno di striscioni, che ricordavano anni di promesse non mantenute, e rimarcavano la necessità di mantenere la struttura allaltezza di un ospedale, e di implementarlo. Uno striscione ci ha particolarmente colpito. Dove è la tac?. Parole, e persone. Non erano tantissime quelle che erano presenti, ma si facevano sentire, e molte altre ne sono attese nel pomeriggio. Il presidio per lospedale pardon, casa della salute di Palomabara è iniziato questa mattina alle nove, e promette di proseguire ad oltranza, se non riuscissimo spiega uno degli organizzatori a richiamare lattenzione degli organi competenti. Siamo pronti ad azioni più eclatanti. Intanto già oggi il presidio andrà avanti fino alle 23, ed una tenda già piantata esprime la voglia del Comitato a Salvaguardia dellospedale di Palombara ente che ha organizzato la manifestazione di oggi di non fermarsi, e di proseguire anche nei prossimi giorni. Facile capire che il riferimento agli organi competenti è da assegnare alla Regione Lazio, e al piano di riordino della rete ospedaliera, che coinvolge gli ospedali di Monterotondo, Subiaco e Palombara. Almeno per la Provincia di Roma, e per le nostre zone. Un riordino nel caso di Palombara ridimensionamento che ha avuto inizio nel 2006, quando il comune sabino ha firmato un protocollo dintesa prosegue uno dei responsabili del comitato – con la Regione Lazio, per la trasformazione della struttura in Casa della Salute, in previsione dei progetti per un nuovo ospedale a Monterotondo. La casa della Salute cè, non il nuovo ospedale per la Sabina. Il risultato più visibile è quello di aver ucciso una struttura valida, allepoca modello di efficienza e simbolo di come anche le strutture pubbliche possano ben funzionare. Annullato da una politica sanitaria senza programmazione. Va detto infatti che lospedale di Palombara, a pieno regime, riusciva ad ottenere 128 posti letto, 1200 interventi chirurgici, 1800 ricoveri nel reparto di medicina, e un reparto di urologia fiore allocchiello della sanità regionale. Che cosa resta ora? Gli ambulatori, sempre ben gestiti, e un primo soccorso senza ambulanza. Il tutto in una struttura che potrebbe essere utile, potenzialmente, per un bacino di utenti di circa 200 mila persone. In un posto della Provincia di Roma dove gli ospedali latitano, dove mancano i posti letto, dove i tempi della sanità sono enormi, forse una struttura come Palombara non andrebbe accantonata in questo modo. Forse andrebbe rivista tutta la zona che va da Monterotondo a Tivoli. Tantissima gente, due ospedali. Non è neanche più possibile curarsi vicino casa. Ed ecco laffollamento per gli ospedali romani. Va bene il riordino. Ma delle esigenze delle persone non ne tiene conto nessuno?

    Articoli Correlati

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Seguici su

    1,931FanMi piace
    877FollowerSegui
    115FollowerSegui
    - Advertisement -

    Ultimi Articoli

    METEO

    Guidonia
    cielo sereno
    5.7 ° C
    8.3 °
    4.4 °
    90 %
    1kmh
    0 %
    Mar
    13 °
    Mer
    13 °
    Gio
    13 °
    Ven
    13 °
    Sab
    10 °