Positiva costretta a lavorare

Al limite dell’incredibile è la storia di un’infermiera, costretta ad andare a lavorare, nonostante la sua positività al Covid. Tale testimonianza è stata raccolta direttamente dalla redazione de La Web tv, che ha intervistato l’infermiera, che però vuole rimanere anonima.

Come sei rimasta positiva al Covid?

“Durante il mio servizio all’ospedale  Umberto I di Roma, svolgevo la mia classica giornata lavorativa, sono risultata positiva al Covid semplicemente perché sono venuta a contatto con una mia collega positiva, che ha contratto il virus nel suo turno di notte”

 

Perché sei stata costretta a svolgere le tue mansioni lavorative nonostante la tua positività?

“Visto che il personale durante questi periodi di emergenza ha molta difficoltà, vista la grande affluenza di persone che assaltano gli ospedali, sono stata diciamo esortata a svolgere le mie mansioni, giustificando il fatto dicendo che i miei sintomi non fossero gravi. Spero solo che la situazione si risolva al più presto, perché è impensabile mettere a rischio altre persone a causa della carenza di personale, in questi particolari periodi di emergenza”

(191)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.