6.9 C
Guidonia
venerdì, Dicembre 3, 2021
More

    Il 28 agosto 2010, presso il Monastero di Santa Scolastica in Subiaco è stata inaugurata la mostra

    RIFLESSI DELL’ANIENE – Il 28 agosto 2010, presso il monastero di Santa Scolastica in Subiaco, è stata inaugurata la mostra fotografica in memoria di Enrico Zuppi che durerà fino al 12 settembre 2010.

    Enrico Zuppi non fu solo un fotografo appassionato e comunicativo ma anche un brillante giornalista negli anni del dopoguerra e del Concilio Vaticano, nonché un intellettuale di grande sensibilità. L’artista conseguì la laurea in filosofia e pedagogia allUniversità la Cattolica del Sacro Cuore di Milano dove ebbe la prima esperienza giornalistica collaborando con il quotidiano milanese L’Italia e dirigendo La Domenica e il Corrierino.
    Nel 1947 a Roma fu chiamato da Giovan Battista Montini, che sarebbe poi divenuto Papa Paolo VI, per dirigere L’Osservatore della Domenica.

    Enrico Zuppi unisce immagini e testo creando tra essi una sinergia magica ed armoniosa, racconta storie ed emozioni interessandosi alla realtà sociale e culturale delle società. Questa mostra fotografica Riflessi dell’Anienevuole far conoscere alcuni scatti dell’artista che rappresentano la Valle dell’Aniene, zona da lui molto amata. Di questa zona il giornalista non ne ha solo raccontato i paesaggi ma ne ha immortalato i volti e le passioni con una semplicità degna del genio, un linguaggio fotogiornalistico che permette di conoscere il passato, di scoprire la delicatezza della natura e la semplicità dei vari strati sociali.I figli di Enrico Zuppi spinti dall’amore nei confronti del padre, venuto a mancare nel 1992, ma soprattutto motivati del desiderio di far conoscere a molti l’operato e le capacità di questo artista hanno voluto raccogliere in questa mostra la passione del padre, quella passione che gli ha permesso di immortalare ogni momento della vita, ogni attimo.

    Due dei figli di Enrico Zuppi, don Matteo e il dottor. Marco Zuppi, ci raccontano quanto la fotografia sia stata importante per il padre e quanto tramite essa riuscì a comunicare le proprie sensazioni.

    “Una mostra, Riflessi dell’Aniene che non vuole solo ricordare un grande uomo ma far riscoprire ai cittadini e non la città di Subiaco”. Queste le parole del sindaco di Subiaco Pierluigi Angeluzzi – che con piacere ed ammirazione ha voluto partecipare all’evento che fa riemergere pian piano il passato spesso dimenticato e sconosciuto a molti.

    La mostra fotografica allestita dall’architetto Veronica Grondi è stata presentata in uno scenario suggestivo e denso di significato. Il monastero di Santa Scolastica, messo a disposizione dal’Abate Meacci per l’evento,si sposa magnificamente con l’atmosfera delicata e silenziosa delle foto, ne cattura la bellezza e la esalta, ne rapisce e sprigiona il significato.

    L’idea della mostra è stata anche del giornalista Mario Refrigeri che ci ha creduto sin dal primo istante e ha lavorato con gli altri per la sua ottima riuscita e realizzazione.
    Riflessi dell’Anieane è una mostra che vuole ricordare e far conoscere un intellettuale dalla spiccata sensibilità in grado di unire il paesaggio all’uomo in modo del tutto naturale ma soprattutto capace di tradurre le immagine in parole.

    Articoli Correlati

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Seguici su

    1,790FanMi piace
    877FollowerSegui
    117FollowerSegui
    - Advertisement -

    Ultimi Articoli

    METEO

    Guidonia
    cielo sereno
    6.9 ° C
    8.9 °
    5.2 °
    81 %
    0.9kmh
    0 %
    Ven
    7 °
    Sab
    9 °
    Dom
    11 °
    Lun
    9 °
    Mar
    9 °