Coop di Guidonia, futuro ancora incerto

Continuano a lavorare nell’incertezza i dipendenti della Coop di Guidonia. L’attività presente all’interno del centro commerciale Tiburtino rischia, secondo alcune voci provenienti dal mondo dei sindacati, una chiusura che lascerebbe senza stipendi gli attuali 52 dipendenti. Ad aspettare fuori dalla finestra la Conad, pronta a subentrare e molto interessata alla vasta area all’interno del centro commerciale. Proprio la difficoltà della Unicoop Tirreno a pagare l’affitto mensile sembra rappresentare l’ostacolo più importante alla sopravvivenza del superstore. I dipendenti si sono fatti sentire con scioperi e comunicati, una lettera è stata letta anche durante il consiglio comunale di Guidonia Montecelio. La politica locale, senza distinzioni di colore, si è mostrata molto sensibile alla vicenda pur non potendo prendere direttamente delle decisioni in una “trattativa tra privati”. Purtroppo ad oggi i dipendenti comunali non hanno ricevuto comunicazioni dalla base come confermato in un contatto telefonico di questa mattina e continuano a lavorare ogni giorno con la speranza di ricevere il prima possibile delle buone notizie. Neanche dalla riunione di Livorno dello scorso lunedì 7 luglio sono arrivate delle comunicazioni: nessuna telefonata, nessuna e-mail, nessuna nota interna. In terra toscana dovevano essere trattati tutti quei casi simili a quello di Guidonia con l’attività in difficoltà a trovare le risorse necessarie a pagare struttura e stipendi. Tutte le parti in causa, compresa la direzione del centro commerciale guidoniano, hanno dichiarato di voler risolvere postivamente la questione, soprattutto per salvaguardare i posti di lavoro in un momento così difficile per il reinserimento nel mercato. L’impressione è quella di una fase di riflessione che si concluderà solo a fine agosto, evidentemente la Unicoop Tirreno ha deciso di prendere tempo per non allarmare nessuno e per studiare delle modalità di risoluzione del problema.

 

(1228)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.