“La morte di Nelson Mandela mi colpisce profondamente. Il suo esempio è stato fonte di ispirazione e insegnamento per molti. E anche di grande ammirazione. Ricordo quando nei miei colloqui con il cardinale Martini gli chiesi chi, per lui, fosse la persona da ammirare. La sua risposta, senza esitazione, fu proprio Nelson Mandela. Perché, mi disse, dopo tutti gli anni di sofferenze non provava rancore per nessuno. Ecco, queste parole rendono perfettamente il significato che la figura di Mandela ha rappresentato per tutto il mondo nella seconda metà del secolo scorso. Una fonte di ispirazione per politica, diritti e cultura”. Con queste parole il sindaco di Roma Ignazio Marino ha ricordato il padre della lotta contro la segregazione razziale in Sudafrica. Insignito del Premio Nobel per la pace nel ’93, Mandela – dal suo popolo chiamato Madiba, titolo onorifico attribuito agli anziati del suo clan – ha ricevuto l’11 novembre 1982, mentre era detenuto a Robben Islandla, la cittadinanza onoraria di Roma. A rappresentarlo, davanti al Consiglio Comunale, allora retto dal sindaco Ugo Vetere, fu Alfred Nzo in quel periodo segretario generale dell’African National Congress. Mandela è poi stato in visita ufficiale in Campidoglio nel 1990 e nel 1998.

Presto la biblioteca comunale di via Appia sarà intitolata a Mandela. La decisione è stata presa dallassessore alla Cultura Flavia, all’indomani della scomparsa del grande uomo della pace: “La figura di Mandela – ha dichiarato l’assessore – non può e non deve essere dimenticata. La sua testimonianza deve continuare a vivere e ad essere di esempio per le nuove generazioni. Intitolargli una Biblioteca è un atto fortemente simbolico: sono i presidi culturali della città, delle vere e proprie case di formazione. In questo modo non dimentichiamo quanto lui ci ha insegnato”.

“Occorre accelerare liter di approvazione del regolamento comunale del verde e del paesaggio urbano e su questo auspichiamo che Roma Capitale faccia il suo dovere. Tragedie come quelle avvenute la scorsa settimana non possono più ripetersi in una città come Roma”, così dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Ambiente. “Nella precedente consiliatura la commissione Ambiente stava per licenziare un Regolamento che, nella sua applicazione, avrebbe portato Roma ad essere una città in grado di gestire il proprio verde non in una logica dell’emergenza ma attraverso un censimento fitostatico in grado di garantire unordinaria manutenzione alle alberature dei parchi e delle vie della Capitale. A dire il vero, data la gravità della situazione, auspichiamo anche un Piano Quadro del verde che sappia garantire precise responsabilità, interventi di qualità, procedure chiare e definite. L’obiettivo deve essere quello del monitoraggio costante, delle verifiche degli interventi conseguenti ai lavori pubblici eseguiti nei pressi di alberature comunali e di regole puntuali sulla progettazione del verde urbano. I tagli al bilancio non aiutano, ma questo percorso non può essere trascurato. Lo si deve alle vittime di queste morti assurde e alla futura sicurezza dei nostri concittadini”, conclude la nota.

“La notizia del suicidio di un piccolo artigiano di Tivoli, ma anche degli altri tristi eventi che la cronaca continua a registrare, non sembra avere riattivato momenti di adeguata riflessione, sociale e politica – dichiara Elisabetta Parise, leader della Fondazione Formiche Giovani -, questo, l’ultimo episodio di una lunga e dolorosa serie, a conferma dello stato di disagio e solitudine che sperimentano quanti si trovano in difficoltà economiche: siano artigiani, commercianti, imprenditori, famiglie o singoli. Diventa urgente, quindi, come ripetiamo da tempo ormai, promuovere strumenti che facilitino l’accesso al credito e alle relative garanzie, in maniera da sostenere, nelle forme possibili, attività momentaneamente in crisi. La perdurante fase di recessione impone la predisposizione di politiche a sostegno delle micro-attività, spesso a conduzione familiare, le più drammaticamente esposte al rischio di chiusura. Nessuno, riteniamo, deve più sentirsi abbandonato e vittima silente di una globalizzazione che punta, in maniera subdola e continua, a mettere in discussione la dignità del lavoro e delle persone. L’attenzione a questi temi non è più rinviabile e la riteniamo prioritaria rispetto alle beghe di partito e alle vicende congressuali che hanno, invece, purtroppo, monopolizzato l’opinione pubblica negli ultimi mesi. Mentre le forze politiche si preparano all’ennesima stagione elettorale – conclude la Parise -, la gente soccombe”.

A Tivoli e Guidonia Montecelio Matteo Renzi ottiene un grande riscontro dal suo elettorato, come in tutta Italia, con l’80% sui 3mila votanti nella Città dell’Arte. Meno riscontro a Guidonia Montecelio dove i voti validi superano appena quota 2mila. Questi i dati nella Città dell’Aria: Renzi 1512, Cuperlo 320, Civati 260. Nel Partito Democratico a Guidonia Montecelio è già tempo di riflessione.

Venerdì 6 dicembre, alle 19 circa, due malviventi hanno suonato alla porta di una villa, in zona Maremmana Inferiore, Villa Adriana, ed al custode, un uomo di 33 anni dello Sri Lanka, si sono presentati come Carabinieri. Appena gli è stata aperta la porta, lhanno minacciato con un coltello e l’hanno sopraffatto, chiudendolo nella cella frigorifera così da poter agire indisturbati. Il colpo, però, non è andato bene e ha fruttato un magro bottino. All’interno della cella cera una seconda maniglia ed il cingalese, aspettato un po di tempo, è uscito ed ha chiamato il 113. Sul posto sono subito intervenute le volanti del commissariato di Tivoli, dirette da Maria Chiaramonte.

Tutto pronto per la riapertura degli impianti a Monte Livata ed il 22 dicembre, ore 11, sarà inaugurata la seggiovia quadriposto, località La Monna dellOrso. In quell’occasione saranno il Sindaco di Subiaco Francesco Pelliccia e la società concessionaria Livata 2001 a fare gli onori di casa e a compiere il primo giro della seggiovia.Un mese di grandi successi per il nostro canale dinformazione La Web Tv: sabato 7 dicembre è stata toccata la quota di mille video inseriti nel nostro video, lavori che potete comodamente gustare dal vostro pc o cellulare ogni giorno quando volete, è questa la forza del Web.

Domenica 8 dicembre Marco Baldini ha fatto tappa a Guidonia in occasione del Mercatino di Natale in una giornata che ha visto collaborare La Web Tv con lAgri Azienda Di Pasquali, molto applaudita anche l’esibizione de I Dissociati Romani; questo martedì il portale è stato ospite di Edicola Fiore. Le sorprese di certo non sono finite qui. Anche per oggi è tutto, appuntamento alla prossima settimana con l’ultima edizione del nostro notiziario per questo 2013.

SCALETTA, IMPOSTAZIONE DEL NOTIZIARIO E TESTI DI FULVIA ALESSI

(995)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.