Tre nuovi guariti a Tivoli e consegna dei buoni spesa

Tre persone guarite dal Covid-19 nel Comune di Tivoli. È quanto comunica oggi la direzione generale della Asl Roma 5 nel suo bilancio quotidiano. Sale così a 24 il totale di coloro che hanno superato la malattia, mentre restano 12 gli attualmente positivi al nuovo Coronavirus e 41 i contagiati totali riscontrati nel territorio tiburtino dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Di questi, lo ricordiamo, sono purtroppo cinque le persone decedute.
Per quanto riguarda le quarantene, sono 31 quelle totali: 15 in autoisolamento (coloro che si sono posti in isolamento o perché sono rientrati da un viaggio in un Paese estero, o perché ritengono di essere stati a contatto con qualcuno poi risultato positivo al nuovo Coronavirus e che spontaneamente comunicano alla Asl la loro condizione) e 16 in quarantena fiduciaria domiciliare.
BUONI SPESA – È partita questa mattina una nuova consegna dei buoni spesa per l’emergenza alimentare finanziati con fondi del dipartimento nazionale della Protezione civile e della Regione Lazio per le famiglie in difficoltà a causa della crisi economica determinata dall’epidemia. Si tratta della seconda tranche di buoni relativa al primo lotto di 456 famiglie, e riguarda un totale di 1.300 persone e una spesa di circa 77mila euro.
I buoni alimentari – che possono essere utilizzati nelle farmacie, nei negozi e nei supermercati convenzionati con il Comune (la cui lista è disponibile sul sito istituzionale) – hanno un valore tale da coprire il fabbisogno di generi alimentari, di beni di prima necessità e di farmaci per ulteriori due settimane.
Si ricorda che il Comune di Tivoli si è visto stanziare – tra importi statali e regionali – circa 624mila euro. Le famiglie beneficiarie di questa misura di sostegno sono state, sinora, per il territorio tiburtino, mille in totale, mentre ammonta a 244.430 euro la quota di risorse già impiegate.
Si procederà con la medesima modalità di consegna anche successivamente, con l’obiettivo di coprire il fabbisogno delle famiglie beneficiarie sino a esaurimento dei fondi.
Gli uffici dei Servizi sociali stanno, intanto, completando l’esame anche delle domande arrivate tra il 6 e il 27 aprile.

(129)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.