La Germania non tradisce mai; a casa anche la Russia di Capello

La Germania non tradisce mai e vola da prima agli ottavi di finale dei Mondiali in Brasile. Anche gli Usa vengono battuti di misura. A segno ancora una volta Muller che raggiunge Neymar a quota 4 nella classifica cannonieri. Il tecnico tedesco Jurgen Klinsmann, allenatore degli Stati Uniti, canta tutti e due gli inni nazionali. Esultano anche gli americani che passano come secondi. Al Portogallo, infatti, non basta il successo per 2-1 sul Ghana (crisi di nervi nello spogliatoio con Muntari e Boateng mandati a casa in anticipo). L’autore di Boye apre le danze in favore del Portogallo, pareggio momentaneo di Gyan, rete decisiva di Cristiano Ronaldo, molto propositivo ma poco preciso sotto porta. Esce anche la Russia di Capello che non va oltre l’1-1 contro l’Algeria. I russi meriterebbero la vittoria dopo il vantaggio di Kokorin. Un altro errore di Akinfeev, questa volta in uscita, permette il pari di Slimani. Nell’altra gara Belgio che vince ancora una volta di misura con il tap-in di Vertonghen, il capitano. Belgio a punteggio pieno, Algeria seconda a quota quattro. Ecco il tabellone completo degli ottavi di finale: Brasile-Cile, Colombia-Uruguay, Olanda-Messico, Costa Rica-Grecia, Francia-Nigeria, Germania-Algeria, Argentina-Svizzera, Belgio-Usa.

(2199)

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.