5.7 C
Guidonia
martedì, Novembre 30, 2021
More

    Conti non pagati per Olimpiadi Londra 2012, incertezze su Roma 2024

    Da poco è stato svelato il logo che accompagnerà la candidatura di Roma come location dei prossimi Giochi Olimpici del 2024, un Colosseo immerso nel tricolore che va pian piano a rassomigliare a una pista di atletica.

    Lo scorso 17 febbraio, infatti, è stato pienamente svelato il progetto far tornare Roma ad essere un polo di attrazione mondiale per gli appassionati di tutti gli sport. Ad alternarsi sul palco del Palazzo dei Congressi sono stati Luca di Montezemolo, presidente del Comitato Roma 2024, e Giovanni Malagò, presidente del Coni.

    Entrambi hanno manifestato la voglia di realizzare ciò che hanno definito un grande sogno: unire il Mondo, il Paese e la Città grazie alla forza dello sport, ma per farlo il budget preventivato da Montezemolo è quello di 2,1 miliardi, per la rimessa a nuovo di impianti già disponibili e funzionanti, quali il Villaggio Olimpico e lo Stadio Flaminio, 3,2 miliardi per la costruzione di impianti temporanei, per la gestione e l’organizzazione, e altri 3 miliardi per gli sponsor e il ticketing.

    Secondo il comitato, questo tipo di iniziativa porterà enormi benefici all’economia e al territorio, creando 177mila posti di lavoro e portando il Pil allo +0,4 %, con un beneficio economico di 2,9 miliardi di euro. L’approccio è stato descritto dagli organizzatori come “low cost” e molto attento alla valorizzazione della città.

    L’eccitazione per un nuovo successo come quello di Expo 2015, che ha raggiunto e sbancato tutte le previsioni per numero di visitatori, non deve però distogliere dalla paura dello scenario post Olimpiadi. Alcuni governi del passato, come quello in carica durante Atene 2004, si sono fortemente indebitati per pagare i conti, poiché le entrate e i ritorni economici conseguiti per aver ospitato l’evento erano del tutto insufficienti.

    Un caso, su tutti, si ripercuote ancora oggi su alcune aziende che hanno collaborato col Comitato Olimpico Britannico, che dopo aver organizzato i Giochi nel 2012, non hannoo ancora pagato il compenso ad alcuni membri dello staff, tra steward e agenti di sicurezza. La denuncia è pervenuta alla redazione di BBC Inside Out London, che è riuscita a rintracciare la responsabile della loro assunzione, Rukhsana Kauser. La donna ha dichiarato di non aver più conti da pagare, ma i contestanti non si arrendono: pretendono il pagamento di quelle 16mila sterline, guadagnate con turni sfiancanti di 12 ore.

    Anche in una nazione che sembra non averne ricevuto il contraccolpo, quindi, lo scenario post Olimpiadi conserva ancora dei contenziosi da risolvere. L’economia italiana, sarà capace di ricevere i nuovi influssi di denaro e creare nuove possibilità lavorative senza lasciare strutture inutilizzate e problemi finanziari lasciati in sospeso troppo a lungo? Secondo Montezemolo sì, ma la nube dei fondi e gli appalti mal gestiti di Expo 2015 sembra ancora troppo vicina per sognare ancora.

    Articoli Correlati

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Seguici su

    1,790FanMi piace
    877FollowerSegui
    117FollowerSegui
    - Advertisement -

    Ultimi Articoli

    METEO

    Guidonia
    cielo sereno
    5.7 ° C
    8.3 °
    2.9 °
    77 %
    1.4kmh
    3 %
    Mar
    6 °
    Mer
    10 °
    Gio
    12 °
    Ven
    11 °
    Sab
    9 °