Guidonia Montecelio, la caduta del governo cittadino. De Maio: “Orgogliosa di quanto fatto”

Nell’ultima notte per il consiglio comunale di Guidonia Montecelio prima dell’arrivo del Commissario, ecco che la fine dell’era Rubeis dopo 7 anni di successi politici e amministrativi apre nei protagonisti principali la volontà di rivendicare con orgoglio cosa hanno fatto l’uomo Eligio Rubeis (incredibilmente agli arresti domiciliari dal 20 luglio del 2015, accusato di corruzione e concussione, per una vicenda che passerà inevitabilmente alla storia e che non può che far riflettere sulla possibilità di collusione tra Magistratura e politica) e Forza Italia per questa comunità.

E’ il consigliere comunale Marianna De Maio a riassumerlo nella notte tra il 13 e 14 giugno, con il Bilancio destinato a vedere 11 voti favorevoli e 13 contrari e a sancire la fine dei giochi per il centrodestra. Dopo gli attacchi dell’opposizione targata Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico, ecco la risposta della lady azzurra: “Non mi vergogno di aver fatto parte di questa avventura, anzi. Sono guidoniana da sempre e sono fiera di quanto è cambiata in meglio questa città dal 2009 ad oggi. Forse vi siete stancati di vederci raggiungere tutti questi obiettivi. Anche negli ultimi mesi abbiamo inaugurato la nuova biblioteca di Villalba e la scuola di Marco Simone. In questo Bilancio, nonostante otto milioni di euro e mezzo di entrate in meno, non avevamo intenzione di aumentare le tasse e volevamo mantenere tutti i servizi in essere”.

La politica nazionale di tagli alle amministrazioni è stata imposta dal Pd e dal premier Matteo Renzi, eppure in 7 ore di consiglio comunale a Guidonia Montecelio tutti si sono dimenticati da chi è governata questa nazione ed il perché i comuni si trovano in questa situazione. E il Movimento Cinque Stelle? E’ la stessa De Maio a dare un’altra stoccata: “Fin dal primo giorno non avete fatto altro che denunciare qualsiasi cosa (riferito ai colleghi del Movimento, nda). Non avete mai proposto nulla di concreto ed il vostro è stato un voto perennemente contrario per presa di posizione. Ora terminerete la vostra politica di ricorsi al Tar puntualmente bocciati”. Un comportamento che ha poco di politico. E al consigliere Giuliano Santoboni: “Ti sei forse stancato di vedere i chilometri in più per il trasporto che hanno portato più fermate anche a Marco Simone, il tuo quartiere?”.

Ambiente, un tema troppo stesso discusso a Guidonia Montecelio. “Mi spiegate perché la nostra è stata una politica contro l’ambiente? Abbiamo iniziato la raccolta differenziata e siamo stati premiati dall’allora Provincia di Roma come comune virtuoso e abbiamo chiuso la discarica. Dov’è questa politica contro l’ambiente?”, prosegue la De Maio.

Ma l’elenco degli obiettivi raggiunti è nullo di fronte al rammarico. “Sapete cosa vuol dire non votare il Bilancio? Che non ci sarà un nuovo asilo nido”, tema molto caro alla consigliera che aveva da vicino seguito tutto l’iter per la realizzazione.

In ultimo un messaggio al leader e amico Eligio Rubeis: “Non si è dimesso perché si sente innocente – conclude la De Maio -. Soltanto un cittadino bendato può dire che Guidonia Montecelio non sia cambiata in meglio con Rubeis”.

In attesa del ritorno, ecco il meritato riposo.

(465)

happy wheels 2 demo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.