Giorno del ricordo delle Foibe, a Villalba un omaggio nell’indifferenza dell’amministrazione

“L’ennesima prova di sciatteria dell’amministrazione 5 stelle è arrivata nella giornata del ricordo ‘in memoria delle vittime delle Foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale’, ricorrenza che cade il 10 febbraio. É vergognoso e imbarazzante che non sia stata prevista dal sindaco Michel Barbet nessuna manifestazione ufficiale e che nessun rappresentante in veste istituzionale abbia reso omaggio, in una giornata dedicata alla memoria per legge già dal 2004.

foibe-e-ap-campagna-10-02-18-084

A rinnovare la memoria di questo eccidio, a Villalba, nella piazza che per prima in Italia nel 1997, è stata dedicata proprio ai martiri delle Foibe, per volere dell’allora deputato e consigliere comunale Vittorio Messa, ha pensato Fratelli d’Italia, con l’impegno del dirigente nazionale Alessandro Messa, dello storico circolo Ettore Muti e delle associazioni Donne d’Italia, Trevvvù ed Azione studentesca Guidonia, in una partecipata e commovente manifestazione, in cui ho potuto personalmente rendere omaggio e deporre una corona di fiori a nome anche dei tanti cittadini che non si sentono rappresentati da questa amministrazione.

img_5576

Quelli che Barbet dimentica sono diecimila italiani, gettati vivi e morti fra il 1943 e il 1947 nelle cavità carsiche di origine naturale che in terra d’Istria prendono il nome di Foibe. Una pagina buia della storia d’Italia, che fatica ad ottenere un posto nella memoria e nella coscienza collettiva. Ad essere inghiottiti dalle foibe furono fascisti, cattolici, liberaldemocratici, socialisti, uomini di chiesa, donne, anziani e bambini. Tutti prima di ogni altra cosa italiani. Una carneficina che assume i tratti della pulizia etnica, frutto dell’odio politico-ideologico del regime Jugoslavo del maresciallo Tito nei confronti dei non comunisti, e che terminò solo nel 1947, quando, venne fissato il confine fra l’Italia e Jugoslavia.

Presenti anche il consigliere comunale di Guidonia Montecelio Giovanna Ammaturo, ed alcuni dei candidati alle prossime elezioni politiche nei collegi uni e plurinominali di Camera e Senato: Barbara Saltamartini, Marco Marsilio e Alessandro Palombi”.

A dichiararlo è Arianna Cacioni, capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio comunale di Guidonia Montecelio.

foibe-e-ap-campagna-10-02-18-111

Dello stesso avviso il dirigente nazionale, l’avvocato Alessandro Messa: “Il sindaco grillino di Guidonia Montecelio, Michel Barbet, non si presenta alla commemorazione per le Foibe il 10 febbraio, né delega qualcuno della sua amministrazione. Si presenta, invece, sorridente e pacioso, con tanto di fascia tricolore indosso, ad una manifestazione ambientalista indetta lo stesso giorno, insieme al soddisfatto candidato del suo partito alla Camera dei Deputati. Chi non ricorda i propri morti non è degno di portare quei colori. La mediocrità con la quale questa maggioranza pentastellata sta governando Guidonia, abbandonandola alla trascuratezza ed al degrado, ha raggiunto la sua massima espressione con il silenzio indegno nel Giorno del Ricordo. Contravvenendo, peraltro, ad una legge dello Stato. È arrivato il momento, per il sindaco, di togliere il disturbo”.

(70)

happy wheels 2 demo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*