I 4 progetti della Cacioni e del centrodestra per rilanciare Guidonia Montecelio

Il candidato sindaco della coalizione di Forza Italia e Fratelli d’Italia, Arianna Cacioni, ha le idee chiare su come intende gestire la città. In pieno stile berlusconiano viene stilato un patto su 4 punti. L’apertura del Tmb con una formula che consenta al comune di Guidonia Montecelio la gestione ed il controllo dell’impianto; il ritorno alla riscossione in proprio dei Tributi, scegliendo di dire un no secco alla prosecuzione dei rapporti con l’attuale agente di riscossione, la Tre Esse Italia, o ad altre società simili; il lancio di un programma serio di digitalizzazione dell’Amministrazione e un Piano sicurezza che consenta ai cittadini di tornare a vivere liberamente la città. Questi i punti salienti che costituiscono l’impegno con la città sottoscritto in modo pubblico stamattina.

documento-4-proposte-concrete-e-immediate-per-far-ripartire-il-comune-di-guidonia-montecelio

“Le proposte che stiamo mettendo in campo fanno la differenza tra noi e tutti gli altri. Abbiamo coraggio e idee chiare sulle cose da fare, e sappiamo quali sono gli strumenti necessari per portarle avanti. Liberare risorse per almeno quattro milioni di euro, soldi in bilancio da destinare subito alla ripartenza dei servizi che sono stati via via sospesi nel corso della gestione commissariale e alla riduzione della Tari, la tassa sui rifiuti arrivata nell’ultimo anno alle stelle. Dare efficienza all’amministrazione, riorganizzare e sostenere il personale del comune anche in termini di formazione e strumentazione, affinché ci siano a disposizione servizi al pubblico efficaci, resi in tempi certi a tutti i cittadini, adeguati alle tecnologie in uso. Il comune può tornare così a gestire in proprio attività fin qui esternalizzate con un notevole risparmio per le casse della città; sarà possibile grazie allo scadere ormai prossimo del contratto svincolare il servizio di riscossione tributi dall’affidamento alla società Tre Esse (Tre Esse Italia srl) già nei primi cento giorni di governo. Mi sconvolge poi, che solo la mia coalizione si sia posta il serio problema della sicurezza in quest’area, proponendo soluzioni concrete come il potenziamento con unità operative del corpo dei Vigili Urbani, del Nucleo tutela Ambiente, del coordinamento e della condivisione di strumenti di videosorveglianza con le Forze dell’Ordine, con controlli più stringenti sui titoli di residenza. Siamo convinti, infine, che l’apertura del Tmb di Guidonia possa essere utile solo con la gestione ed il controllo delegati al comune, l’unico strumento per scongiurare l’arrivo indifferenziato e fuori legge dell’immondizia romana e difendere il territorio da chi per incompetenza a trattare i rifiuti a casa sua, come il sindaco di Roma Capitale del Movimento 5 stelle Virginia Raggi, o per inerzia come il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, vuole condannare questa città ad essere ancora la pattumiera di Roma. Credo che questa Guidonia Montecelio meriti amministratori capaci e progetti seri per il futuro e credo che in questo modo la coalizione di Forza Italia e Fratelli d’Italia dimostri di essere all’altezza delle aspettative di questa città”, a dichiararlo la candidata sindaco Arianna Cacioni.

(370)

happy wheels 2 demo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.